4 Febbraio 2021
Settore vitivinicolo, nuovi regolamenti UE

Nelle scorse settimane sono stati adottati alcuni Regolamenti Ue che hanno impatto sul settore vitivinicolo.  Di seguito una sintesi delle principali modifiche intervenute.

Regolamento Transitorio PAC  n° 2220 del 23 dicembre 2020

  • Nuovo bilancio comunitario per il settore vitivinicolo con riduzione del budget a partire dall’annualità 2021. Per l’Italia le risorse passano da 337 a 324 milioni di euro.
  • Proroga della validità delle autorizzazioni per nuovi impianti e reimpianti in scadenza nel 2020 al 31 dicembre 2021.
  • Possibilità per gli Stati Membri di prorogare i termini per la conversione dei vecchi diritti in autorizzazioni fino al 31 dicembre 2022 e quindi di utilizzarli fino al 31 dicembre 2025. Questa proroga sarà a breve oggetto di uno specifico provvedimento ministeriale che andrà a recepirla a livello nazionale.

Regolamento 95/2021 del 28 gennaio 2021

  • Proroga al 15 ottobre 2021 le disposizioni del regolamento 592/2020 come modificate dal regolamento 1275/2020 in tema di Programma Nazionale di Sostegno consentendo ancora per questa annualità di inserire nel PNS le misure di stoccaggio privato e distillazione, le deroghe in tema di vendemmia verde e la possibilità di finanziare con contributi fino al 70%.

Regolamento 78/2021 del 27 gennaio 2021

  • Proroga al 15 ottobre 2021 le disposizione del regolamento 600/2020 in tema PNS vino consentendo agli Stati Membri di modificare se del caso più volte durante l’anno la programmazione delle risorse e delle misure applicate per meglio rispondere alle esigenze straordinarie.

In tema di autorizzazioni per gli impianti vitati Coldiretti sta spingendo con il Ministero e su Bruxelles per ottenere anche una proroga della validità delle autorizzazioni in scadenza nel 2021 affinché sia possibile utilizzarle entro il 31 dicembre 2022 o rinunciarvi senza incorrere in sanzioni.